Dopo la presentazione ufficiale al territorio, avvenuta lo scorso 26 gennaio, il progetto Liguria Tourism entra nella sua fase operativa.

Nei giorni scorsi, infatti, nel Comune di Albenga si è svolto un incontro al quale hanno partecipato: l’amministrazione comunale – il sindaco Riccardo Tomatis, l’assessore al demanio Mauro Vannucci e il consigliere delegato all’isola Gallinara Giorgio Cangiano -, la parte tecnica del Comune di Albenga – i responsabili dell’ufficio tecnico, dell’ufficio demanio e dell’ufficio turismo -, la dott.ssa Galluzzo di Liguria Richerche, il dott. Enrico Di Bella, Dipartimento di Scienze Politiche ed Internazionali dell’Università di Genova e, sempre per l’università, rappresentanti dei 4 dipartimenti coinvolti nel progetto – Dipartimenti: il Dipartimento di Scienze Politiche ed Internazionali (coordinatore), il Dipartimento di economia, il Dipartimento di Scienza della Terra, dell’Ambiente e della Vita, il Dipartimento di Architettura e design.

Durante l’incontro è stato dato riscontro all’Amministrazione Comunale dei numerosi contatti e proposte già ricevute da privati cittadini e associazioni del territorio e sono state illustrate le prossime fasi del progetto.

Si è partiti con lo studio del capitale naturale, paesaggistico e faunistico dell’Isola Gallinara e della costa, e con l’approfondimento dei vincoli presenti nello specchio acqueo di riferimento e gli spazi di manovra per portare avanti le varie iniziative.

Si è parlato inoltre del progetto della piscina naturale da dedicare a attività sportive e outdoor. La piscina potrebbe essere testata già quest’anno in occasione dell’evento sportivo “Dritti all’Isola”.

Affermano il sindaco Riccardo Tomatis e il consigliere Giorgio Cangiano: “Il Progetto TSI Liguria Tourism approvato dalla Direzione generale Reform della Commissione Europea, ente che si occupa di promuovere i processi di riforma negli stati membri e di attuazione del PNRR permetterà di sviluppare progetti pilota per il turismo outdoor marino e costiero nelle aree antistanti e attorno all’isola. La fase di confronto con il territorio è fondamentale, infatti darà, e sta già dando, modo ai responsabili del progetto di raccogliere idee e spunti di riflessione che saranno valutati e sviluppati partendo proprio dalle necessità e richieste di chi l’isola Gallinara, la costa e lo specchio d’acqua tra queste, lo vive abitualmente”.