Grande attesa nella “Città del Muretto” per la gara di apertura della stagione velica giovanile in programma nei giorni 17 e 18 febbraio. Nella Baia del Sole il Meeting Internazionale della Gioventù, giunto alla 54esima edizione, porterà come di consueto a regatare centinaia di giovani talenti della vela italiani e stranieri. La manifestazione sarà valida anche per la Ranking List della PrimaZona. Lo scorso anno in acqua scesero più di cento velisti di tre nazioni, appartenenti a ventidue club velici, e ci furono più di cinquecento persone al seguito dei velisti.

La manifestazione, organizzata dal CNAM in collaborazione e con la Marina di Alassio ed il Comune di Alassio, anche quest’anno mette in palio numerosi trofei: Trofeo Challenge Zonta Club “Vera Marchiano” per la categoria Juniores, Trofeo Sergio Gaibisso per la categoria Cadetti, Trofeo Ennio Pogliano Trofeo Mirea Pogliano. Per ora gli iscritti sono poco più di cinquanta, ma tempo permettendo, gli organizzatori sperano di avere al via una bella flotta di un centinaio di Optimist.

Questo il programma: sabato alle ore 11.30 è previsto il coach meeting con la consegna dei nastri nel caso il numero degli iscritti fosse così alto da dover fare una regata a batterie. Alle ore 13 il via alla prima prova. Se possibile ogni giorno verranno disputate tre prove. Domenica il via alla prima prova di giornata, in caso di mancata comunicazione, sarà dato nella stessa ora stabilita per il giorno precedente. Non è previsto alcun limite di orario per la partenza della prova di chiusura della manifestazione.

La manifestazione giovanile per Alassio si  rivela sempre una vera e propria occasione ideale per radunare i giovani talenti della vela ed anche quest’anno l’ evento porterà nella “Città del Muretto” centinaia di persone. Il presidente Carlo Canepa, con grande impegno e passione, è riuscito ad organizzare questo primo appuntamento stagionale del 2024 trovando sostegno in un gran numero di soci che hanno risposto con entusiasmo alle proposte del circolo che è uno dei più antichi ed importanti del nostro Paese.

Claudio Almanzi