Il sito archeologico  sull’argine destro del fiume Nervia e custodisce le testimonianze di Albintimilium, antica città romana di età imperiale ai confini con la Gallia. Albintimilium era la capitale del popolo degli Intemelii o Intimilii, insieme  ad Albium Ingaunum (Albenga), una delle più importanti sedi degli antichi Liguri. In età medievale la città venne abbandonata  e la popolazione si spostò verso l’interno del territorio dove ora sorge Ventimiglia alta. In questo periodo le rovine della città romana vennero ricoperte da una vasta duna di sabbia portata dai venti sulla spiaggia alla foce del fiume Nervia. Il sito archeologico venne aperto al pubblico nel 1980 e permette di visitare un antiquarium con una ricca selezione di reperti rinvenuti a seguito degli scavi, i resti del teatro e delle terme. Il teatro romano risale alla fine del II secolo e all’inizio del III secolo d.C. e sorge al limite nord-occidentale dell’area cittadina, vicino alla necropoli. Venne scoperto superficialmente nel 1877 da Girolamo Rossi; continuò i lavori, rinvenendone circa i due terzi, la compagnia di Pietro Barocelli. Lo scavo fu terminato nei decenni successivi da Nino Lamboglia. L’area archeologica comprende l’Antiquarium, le terme, il teatro e la domus del cavalcavia.

Foto di Stefano Costa – Opera propria, CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=21815470

Orari di apertura

Chiuso ora
Chiuso
Aperto
Aperto
Aperto
Aperto
Chiuso
Chiuso
Giugno 15, 2024 10:28 pm