Finalmente la primavera sembra essersi stabilmente insediata nel Beigua e i Rifugi del Parco si preparano ad accogliere i tanti escursionisti che percorrono i nostri sentieri.

I Rifugi offrono un’esperienza autentica di condivisione, una forma di accoglienza che si inserisce perfettamente nella strategia di sviluppo del turismo sostenibile che il Parco intende promuovere: un sostegno all’economia locale bilanciato con le necessità di tutela di ambienti ricchi di una biodiversità straordinaria.

Un impegno che l’Ente Parco del Beigua fa proprio anche attraverso investimenti infrastrutturali sui propri Rifugi alpini ed escursionistici, che possono così anno dopo anno migliorare la qualità dell’offerta e diversificare le proposte per i visitatori.

Recentemente è stato rinnovato e potenziato l’impianto fotovoltaico che rifornisce di energia rinnovabile Casa Giumenta, uno dei due Rifugi della Deiva immersi nel cuore della foresta regionale gestita dall’Ente Parco in Comune di Sassello. Grazie a pannelli di ultima generazione, alla sostituzione dell’inverter e all’integrazione delle batterie di accumulo ora è garantita la continuità energetica e la possibilità di ricaricare le batterie tramite generatore elettrico.

I due Rifugi escursionistici della Deiva, gestiti da Arci media coop. soc. onlus di Savona, sono destinati a usi diversi. Casa Ressia, all’ingresso della Foresta, si sviluppa su tre piani può ospitare fino a 24 persone in tre camere, con un’ampia sala al piano terra destinata alla ristorazione, anche per visitatori di passaggio. Casa Giumenta si sviluppa su due piani, con servizi e ingresso indipendente per ospitare fino a 18 persone, perfetta anche per singoli nuclei familiari che vogliono vivere l’esperienza di un soggiorno immersi nel cuore del bosco.

Altri interventi di miglioramento hanno interessato il Rifugio di Case Vaccà, sulle alture di Arenzano, nella Foresta demaniale del Lerone: sono stati sostituiti alcuni elementi dell’impianto di pompaggio dell’acqua migliorandone l’efficienza e sono stati acquistati i termoconvettori elettrici, per un soggiorno più piacevole anche nella stagione fredda. Il Rifugio, la cui posizione è particolarmente attrattiva per gli appassionati di birdwatching, dispone di 11 posti letto e l’accesso è assicurato dal sistema Bivypass, con prenotazione on-line sul sito del Parco.

Nuovi tavoli e staccionate in legno saranno invece presto posizionati nell’area esterna al Rifugio Argentea dal CAI sottosezione di Arenzano, che quest’anno festeggia i 55 anni di vita e i 10 anni di gestione della struttura. Il Rifugio, che dispone di 15 posti letto, aprirà nel fine settimana a partire dall’inizio di maggio, con possibilità di pernottamento al sabato.

I nostri rifugi appartengono al circuito Ospitali per natura, il marchio assegnato dal Parco alle strutture ricettive che offrono al turista una calda atmosfera di familiarità che lo fa sentire parte della comunità del Beigua.