Chiamato anche Pane del marinaio e più originariamente Pandolce genovese è una specialità tipica della Liguria che fino a qualche tempo fa si realizzava solo durante le feste natalizie ed era conosciuto come il “Panettone ligure o genovese” ma oggi è diventato un dolce che si produce tutto l’anno nelle panetterie e nelle pasticcerie e si trova in tutta la Liguria. E’ un dolce tenero e nel contempo friabile. Ottimo da accompagnare con un vino passito a fine cena. Inizialmente era un dolce comune durante le festività natalizie ma oggi si trova tutto l’anno anche nei supermercati della Liguria e non solo. Di forma circolare, ne esistono due versioni “alto” e “basso”. Storicamente la prima versione è stata la “alta”, lievitata naturalmente e con tempi di preparazione molto lunghi, mentre solo alla fine del 1800, con l’introduzione di lieviti chimici, è nata la versione “bassa”, molto più veloce da preparare. Come accaduto per i panettoni anche per il pandolce sono stare prodotte anche le versioni mignon. Secondo alcuni storici sarebbe originario dell’antica Persia: pare infatti che toccasse al paggetto più giovane offrire al sovrano questo dolce, usanza ripresa anche dai liguri dove il più piccolo della famiglia era invitato a inserire un rametto di ulivo nel dolce come simbolico porta fortuna.